I 10 anelli di fidanzamento più costosi della storia (recente)

In questo articolo andremo a scoprire i 10 anelli di fidanzamento più costosi della storia.

Siete pronti? Cominciamo!

10° posto – Da William a Kate Middleton

Fanalino di coda per i reali William e Kate.

Il famoso e bellissimo anello in oro bianco a 18 carati, con zaffiro blu ovale da 12 carati tempestato da 14 brillanti rotondi, in realtà vale “soltanto” 30.000 sterline.

Valore stimato ad oggi: 45mila dollari, ovvero 36mila euro.

William poteva fare di meglio…

9° posto – Da Enrique Iglesias ad Anna Kournikova

Nono posto per il diamante rosa regalato da Enrique Iglesias ad Anna Kournikova.

Valore attuale: 2, 5 milioni di dollari.

Per fortuna- di Enrique – la storia dura e l’anello è rimasto in famiglia.

8° posto – Da Michael Douglas a Catherine Zeta Jones

Ottava posizione per l’anello vintage del 1920, donato da Michael Douglas alla sua Catherine Zeta Jones.

Un grandissimo diamante bianco centrale, circondato da una lunga serie di diamantini orizzonali per un valore di 2,5 milioni di dollari.

Ovvio che Michael tremi all’idea di divorziare da Catherine e non perda occasione per riconfermare in pubblico la solidità della loro liason.

7° posto – Da Aristotele Onassis a Jacqueline Kennedy

Al settimo posto l’anello di fidanzamento di Marquise Lesoto III da 40 carati che l’armatore greco Aristotele Onassis regalò a Jacqueline Kennedy, prima di impalmarla e trasformarla in Jackie O.

Peccato che il matrimonio non fu dei più felici, Jackie indossò l’anello solo due volte e fu poi venduto all’asta nel 1996 per 2,6 milioni di dollari.

6° posto – Da Donald Trump a Melania Knauss

Al sesto posto, l’anello con diamante taglio smeraldo da 15 carati (offerto dal gioielliere Graff) che Donald Trump regalò a Melania Knauss nel 2004.

Valore: 3 milioni di dollari.

I due sono ancora sposati e hanno un figlio.

5° posto – Da Marc Anthony a Jennifer Lopez

Quinta posizione per Marc Anthony che sborsò 4 milioni di dollari per chiedere in moglie Jennifer Lopez con uno splendido anello con diamante azzurro molto raro da 8,5 carati.

Peccato che il matrimonio sia già naufragato e J-Lo aveva detto di voler mettere all’asta tutti i gioielli di Marc.

(E pensare che Jennifer aveva già ricevuto da Ben Affleck, ai tempi del loro amore, un bellissimo anello di fidanzamento di Harry Winston sormontato da un diamante rosa di 6.1 carati del valore di 1.2 milioni di dollari)

4° posto – Da Ranieri III di Monaco a Grace Kelly

Al quarto posto, il leggendario Cartier con diamante taglio smeraldo da 10.47 carati, incastonato tra due diamanti leggermente più piccoli taglio baguette su montatura in platino, che Ranieri III di Monaco donò a Grace Kelly nel 1956.

Valore: 4,06 milioni di dollari.

L’attrice era talmente entusiasta del suo gioiello che decise di portarlo anche durante le riprese del’ultimo film, Alta società.

Peccato che la morte prematura di Grace abbia interrotto un matrimonio, almeno apparentemente, felice.

3° posto – Da Paris Latsis a Paris Hilton

Terzo posto per l’anello di fidanzamento più sfortunato della storia, considerato che l’erede armatore greco Paris Latsis lo donò a Paris Hilton come pegno di amore eterno ma la relazione durò appena 6 mesi.

Valore del gioiellino, un diamante da 24 carati, 4, 7 milioni di dollari.

Curiosità: era così grosso che l’ereditiera si lamentava perché le feriva continuamente il dito e l’ha poi messo all’asta per le vittime dell’uragano Katrina.

2° posto – Da Jay Z a Beyoncé

Medaglia d’argento per l’anello di fidanzamento donato da Jay Z a Beyoncé.

Disegnato dal gioielliere Lorraine Schwartz, l’anello sfoggia un diamante da 18 carati del valore di 5 milioni di dollari, certificato come una pietra eccezionale e purissima.

1° posto – Da Richard Burton a Elizabeth Taylor

Medaglia d’oro, anzi di diamante, per l’anello di fidanzamento che Richard Burton donò alla sua Elizabeth Taylor, sposata ben due volte, nel 1964 e nel 1975.

Si tratta del famoso “The Elizabeth Taylor Diamond”, un diamante Krupp (poiché appartenuto a Vera Krupp, seconda moglie del magnate dell’acciaio Alfred Krupp) taglio smeraldo di 33 carati, uno dei diamanti più puri del mondo.

Burton lo aveva acquistato nel 1968 per 300.000 dollari, ed è stato venduto all’asta da Christie’s nel dicembre 2011 a un collezionista asiatico, rimasto anonimo, per 8,8 milioni di dollari.

Prezzi Fedi Nuziali 2021 – Guida ai costi delle fedi

Ti stai guardando in giro per farti un’idea dei prezzi delle fedi nuziali?

Con questa mini guida vogliamo darti le informazioni che cerchi per scegliere le tue fedi.

Chiediti cosa ti piace e noi ti spiegheremo come viene realizzato e quanto costa, cosi potrai decidere serenamente come impiegare il tuo denaro per un anello che porterai tutta la vita.

Quanto costano le fedi nuziali?

Il prezzo delle fedi nuziali dipende da tanti elementi.

In linea di massima possiamo individuare 4 tipologie di fedi che corrispondono ad altrettante fasce di prezzo:

  • Fedi nuziali super-economiche (o di figura)
  • Fedi nuziali di fabbrica (o industriali)
  • Fedi nuziali realizzate artigianalmente
  • Fedi nuziali delle grandi marche

Prezzo fedi nuziali economiche

Sono le cosiddette fedi di figura; anelli leggerissimi, vuoti dentro, che spesso non possono nemmeno essere incisi e che vengono realizzati per quelle coppie che non porteranno l’anello tutti i giorni.

Queste fedi nuziali, di fatto, sono fedi di scena acquistate solo per la cerimonia: non sono fatte per essere indossate tutti i giorni.

Sono indicate per chi, per lavoro o altro, non può indossare anelli quotidianamente, e quindi vive come uno “spreco” l’acquisto di una fede nuziale.

Le fedi nuziali super-economiche hanno un costo che varia circa dai 100 ai 200 €.

Prezzo fedi nuziali di fabbrica

Le fedi nuziali di fabbrica sono quelle prodotte industrialmente e vendute generalmente dalle gioiellerie. Possono essere di marca o generiche, con un prezzo leggermente superiore nel primo caso.

Queste sono le prime fedi che normalmente si va a guardare in gioielleria.

Vengono proposte nei modelli classici (comode, francesine, mantovane) e vengono vendute in genere in oro giallo o oro bianco (a volte si trovano anche in oro rosa, ma non è sempre disponibile tutto l’assortimento).

Essendo prodotte di fabbrica, la personalizzazione è limitata. Le personalizzazioni proposte riguardano quasi sempre l’incisione del nome / data o l’aggiunta di un diamantino per impreziosire la fede.

Queste personalizzazioni vengono affidate ad un laboratorio orafo esterno (nella maggior parte dei casi) che non parla direttamente con gli sposi ma con il commerciante.

Le fedi nuziali di fabbrica vengono di norma vendute al grammo, e nella loro versione “base” hanno un costo che varia dai 200 ai 300 € ad anello.

Al prezzo finale viene aggiunto poi il costo dell’eventuale rodiatura (per le fedi in oro bianco) o del diamantino.

Prezzo fedi nuziali realizzate su misura da un orafo

Le fedi realizzate su misura da artigiani hanno un prezzo molto variabile.

Certamente il prezzo non può competere con le fedi super economiche, però sono la scelta giusta (anche dal punto di vista del prezzo) per chi vuole una fede bella (dall’effetto Wow), personalizzata secondo i propri desideri e da indossare ogni giorno.

“Ma ho visto che anche le gioiellerie personalizzano le fedi…”

Ultimamente alcune gioiellerie hanno iniziato a proporre una personalizzazione fatta così:

Prendono delle fedi di fabbrica, e poi aggiungono successivamente motivi, incisioni o pietre.

Questa procedura ha molteplici svantaggi:

  1. Il lavoro viene fatto su una fede già realizzata e finita: le possibilità di personalizzazione sono molto limitate;
  2. La lavorazione viene commissionata il più delle volte esternamente, ad un laboratorio orafo artigianale: questo aumenta i costi che poi vanno a ricadere sul cliente;
  3. Il tipo di personalizzazione viene deciso con il commerciante (gioielleria), ma viene poi effettuato dal laboratorio orafo, che non ha mai parlato direttamente con il cliente: questo aumenta la distanza tra il desiderio degli sposi e il risultato finale.

I laboratori orafi artigianali non lavorano così.

Noi ad esempio valutiamo insieme alla coppia bisogni, stile, piacere, gusti e realizziamo delle proposte su misura.

La scelta (pressoché infinita) viene effettuata dalla coppia su nostro consiglio, con in mente già il risultato finale. Tutto può essere deciso: colore di oro, forma, dimensione, peso, pietre preziose, incisioni, finiture realizzate a mano.

È possibile ad esempio incidere piccoli simboli che hanno un significato speciale per la coppia, incidere l’impronta digitale, usare la scrittura calligrafica o in alternativa scegliere un font.

Possiamo impreziosire gli anelli con diamanti, anche neri o colorati; usare tagli particolari come il taglio cuore o le rosette o un taglio Princess.

Possiamo infine definire insieme le finiture: lucido, satinato, martellato, graffiato e quale tipo di grana o intensità di effetto.

Alcuni esempi di fedi personalizzate

Ok bello, ma il prezzo?

Rivolgersi ad un laboratorio orafo permette di evitare il passaggio (anche economico) con la gioielleria. per questo motivo molte volte conviene rivolgersi ad un orafo artigianale: si ottiene di più pagando lo stesso o addirittura meno!

Il prezzo come detto varia in base al tipo di fede e di lavorazione / personalizzazione.

In media (basandoci sulla nostra esperienza con le lavorazioni / personalizzazioni scelte dagli sposi), il prezzo si attesta in una fascia più alta delle super economiche ma all’incirca in linea con le fedi di fabbrica, decisamente più basso dei grandi brand.

Il nostro consiglio è di valutare personalmente: le fedi resteranno con voi per tutta la vita, è fondamentale quindi che vi piacciano, che vi calzino e vi rispecchino.

Prezzo fedi nuziali delle marche più famose

Le fedi dei grandi marchi hanno sicuramente un grande appeal legato all’aura magica del nome del marchio.

Quello che però bisogna tenere conto è questo: le fedi nuziali dei grandi marchi sono prodotti realizzati in serie in modo industriale.

Ma allora perché questo prezzo spropositato?

La ragione è semplice. In realtà questi modelli hanno effettivamente dei costi molto elevati.

Ma il costo non è dato solo dal valore dell’anello.

I grandi marchi sfruttano il proprio nome e mantengono questa percezione di valore grazie a campagne di immagine molto impegnative (dal punto di vista della realizzazione e dei costi).

Il cliente finale paga tutto il costo di realizzazione, la campagna di immagine, il packaging, la comunicazione , la pubblicità realizzata attraverso i mass media, la rete di vendita.

Oltre al prodotto si paga il mantenimento di una intera struttura.

I grandi marchi per vocazione vendono le loro idee e non è possibile pensare di personalizzare un prodotto perché andreste a snaturarne il principio per il quale nasce.

In base alla marca e al modello i prezzi possono variare dai 600 € agli oltre 1.000 € per singolo anello.