I 10 anelli di fidanzamento più costosi della storia (recente)

In questo articolo andremo a scoprire i 10 anelli di fidanzamento più costosi della storia.

Siete pronti? Cominciamo!

10° posto – Da William a Kate Middleton

Fanalino di coda per i reali William e Kate.

Il famoso e bellissimo anello in oro bianco a 18 carati, con zaffiro blu ovale da 12 carati tempestato da 14 brillanti rotondi, in realtà vale “soltanto” 30.000 sterline.

Valore stimato ad oggi: 45mila dollari, ovvero 36mila euro.

William poteva fare di meglio…

9° posto – Da Enrique Iglesias ad Anna Kournikova

Nono posto per il diamante rosa regalato da Enrique Iglesias ad Anna Kournikova.

Valore attuale: 2, 5 milioni di dollari.

Per fortuna- di Enrique – la storia dura e l’anello è rimasto in famiglia.

8° posto – Da Michael Douglas a Catherine Zeta Jones

Ottava posizione per l’anello vintage del 1920, donato da Michael Douglas alla sua Catherine Zeta Jones.

Un grandissimo diamante bianco centrale, circondato da una lunga serie di diamantini orizzonali per un valore di 2,5 milioni di dollari.

Ovvio che Michael tremi all’idea di divorziare da Catherine e non perda occasione per riconfermare in pubblico la solidità della loro liason.

7° posto – Da Aristotele Onassis a Jacqueline Kennedy

Al settimo posto l’anello di fidanzamento di Marquise Lesoto III da 40 carati che l’armatore greco Aristotele Onassis regalò a Jacqueline Kennedy, prima di impalmarla e trasformarla in Jackie O.

Peccato che il matrimonio non fu dei più felici, Jackie indossò l’anello solo due volte e fu poi venduto all’asta nel 1996 per 2,6 milioni di dollari.

6° posto – Da Donald Trump a Melania Knauss

Al sesto posto, l’anello con diamante taglio smeraldo da 15 carati (offerto dal gioielliere Graff) che Donald Trump regalò a Melania Knauss nel 2004.

Valore: 3 milioni di dollari.

I due sono ancora sposati e hanno un figlio.

5° posto – Da Marc Anthony a Jennifer Lopez

Quinta posizione per Marc Anthony che sborsò 4 milioni di dollari per chiedere in moglie Jennifer Lopez con uno splendido anello con diamante azzurro molto raro da 8,5 carati.

Peccato che il matrimonio sia già naufragato e J-Lo aveva detto di voler mettere all’asta tutti i gioielli di Marc.

(E pensare che Jennifer aveva già ricevuto da Ben Affleck, ai tempi del loro amore, un bellissimo anello di fidanzamento di Harry Winston sormontato da un diamante rosa di 6.1 carati del valore di 1.2 milioni di dollari)

4° posto – Da Ranieri III di Monaco a Grace Kelly

Al quarto posto, il leggendario Cartier con diamante taglio smeraldo da 10.47 carati, incastonato tra due diamanti leggermente più piccoli taglio baguette su montatura in platino, che Ranieri III di Monaco donò a Grace Kelly nel 1956.

Valore: 4,06 milioni di dollari.

L’attrice era talmente entusiasta del suo gioiello che decise di portarlo anche durante le riprese del’ultimo film, Alta società.

Peccato che la morte prematura di Grace abbia interrotto un matrimonio, almeno apparentemente, felice.

3° posto – Da Paris Latsis a Paris Hilton

Terzo posto per l’anello di fidanzamento più sfortunato della storia, considerato che l’erede armatore greco Paris Latsis lo donò a Paris Hilton come pegno di amore eterno ma la relazione durò appena 6 mesi.

Valore del gioiellino, un diamante da 24 carati, 4, 7 milioni di dollari.

Curiosità: era così grosso che l’ereditiera si lamentava perché le feriva continuamente il dito e l’ha poi messo all’asta per le vittime dell’uragano Katrina.

2° posto – Da Jay Z a Beyoncé

Medaglia d’argento per l’anello di fidanzamento donato da Jay Z a Beyoncé.

Disegnato dal gioielliere Lorraine Schwartz, l’anello sfoggia un diamante da 18 carati del valore di 5 milioni di dollari, certificato come una pietra eccezionale e purissima.

1° posto – Da Richard Burton a Elizabeth Taylor

Medaglia d’oro, anzi di diamante, per l’anello di fidanzamento che Richard Burton donò alla sua Elizabeth Taylor, sposata ben due volte, nel 1964 e nel 1975.

Si tratta del famoso “The Elizabeth Taylor Diamond”, un diamante Krupp (poiché appartenuto a Vera Krupp, seconda moglie del magnate dell’acciaio Alfred Krupp) taglio smeraldo di 33 carati, uno dei diamanti più puri del mondo.

Burton lo aveva acquistato nel 1968 per 300.000 dollari, ed è stato venduto all’asta da Christie’s nel dicembre 2011 a un collezionista asiatico, rimasto anonimo, per 8,8 milioni di dollari.

Costo anello di fidanzamento. Quanto spendere?

Costo anello di fidanzamento. Quanto spendere?

Avete finalmente deciso di fare la fatidica proposta di matrimonio? Magari avete anche scelto come fargliela.

Bene, manca una sola cosa: l’acquisto dell’anello di fidanzamento!

In questo articolo vedremo i costi e le regole per farla rimanere a bocca aperta anche senza svenarsi.

Quanto costa un anello di fidanzamento?

Partiamo subito vedendo il costo dell’anello di fidanzamento.

Parlando di oro e pietre preziose possiamo affermare che non c’è limite al bello e al prezzo.

In linea generale, la primissima fascia di prezzo parte dai 300/500 euro. In questo caso parliamo di anelli leggeri con pietre di dimensioni molto contenute (se naturali).

C’è poi una fascia di anelli più elaborati, con pietre di dimensioni, purezza e luminosità maggiori che si attestano sui 1.000/1.500 euro.

Ci sono poi anelli per tutte le tasche fino ad arrivare a gioielli di altissima gamma e valore.

Non ci sono limiti di spesa, soprattutto per i diamanti le fasce di prezzo sono tantissime e soggette a numerose variabili.

Qual è il giusto prezzo per l’anello di fidanzamento?

Non esiste un prezzo giusto “universale”.

Tutto sta nel trovare l’anello giusto rispetto alla propria possibilità di spesa.

L’importante è riuscire ad ottenere, con il proprio budget, il massimo in termini di valore e bellezza dell’anello.

Per questo motivo la cosa fondamentale è affidarsi per l’acquisto a qualcuno di competente e che vi faccia sentire a vostro agio dandovi infomazioni utili a scegliere e non a confondervi le idee.

Il vostro obiettivo è scegliere un anello che la vostra bella indossi con gioia e soddisfazione.

Per ottenere questo obiettivo, ci sono alcune “regole” e considerazioni che possono aiutarvi nella scelta del budget e dell’anello.

Quanto spendere allora per l’anello di fidanzamento?

In linea generale dovete spendere quanto vi sentite, cercando anche di capire che aspettative ha la vostra principessa.

NON svenatevi per l’anello, non ce n’è bisogno, ma allo stesso tempo cercate di essere generosi.

Regola dello stipendio

Una regola molto di massima è quella di spendere uno stipendio / uno stipendio e mezzo per l’anello di fidanzamento.

In realtà non c’è una proporzione da rispettare rispetto a quanto guadagnate: certamente se avete una buona posizione con un anello di poco valore potrebbe sembrare che non date importanza all’anello e alla vostra futura sposa; se potete, osate.

Non è questione di denaro, lei non sta con te per questo, ma se fai lo spilorcio adesso si chiederà certamente come mai. Soprattutto se le tue spese sono orientate ad altro (per moto e auto per esempio), si sentirà messa in secondo piano.

Se invece i vostro stipendio è modesto, lei saprà apprezzare il vostro gesto a prescinderre, certamente non vi ha scelto per i soldi.

Ricordate che una donna sa aspettare, costruirete una vita insieme e certamente avrete occasione di farle regali speciali.

In questo caso non serve spendere molto, ma bene: l’anello di fidanzamento ha un grandissimo valore affettivo.

Ricordate questo quando decidete, e chiedetevi quanto potete spendere per l’anello a cui lei si legherà emotivamente in modo speciale.

L’anello di fidanzamento può essere considerato anche un investimento?

Alcuni vi diranno che l’anello di fidanzamento può essere visto come un investimento.

Certamente lo è per il vostro amore.

Ma non bisogna basare la scelta dell’anello su ragionamenti puramente economici.

I veri gioielli da investimento infatti non vengono nemmeno indossati: parliamo di pezzi unici dal valore difficilmente calcolabile che hanno tantissimi zeri.

Un esempio? La collana tiffany indossata da lady gaga agli oscar 2019, o l’anello che Richard Burton regalò a Liz Taylor durante le riprese del colossal Cleopara.

A parte sta del cinema, principesse e sceicchi, il resto dell’umanità quando acquista un gioiello è bene che badi che sia bello e fatto bene, sia magari unico perché realizzato con cura da artigiani piuttosto che essere un prodotto industriale. L’investimento non è in un anello, è nel rapporto che state costruendo con la vostra lei, e al massimo un domani quando avrete figli quell’oggetto che tanto ha significato per voi diventerà un oggetto da tramandare con storia e ricordi.

Certamente se avrete acquistato un diamante conserverà il suo valore.